Pochi lo conoscono, eppure il Gas Radon è una sostanza gassosa molto diffusa che si nasconde nella terra e che può arrivare a propagarsi all’interno delle costruzione, compromettendone la salubrità.

Se inalato a lungo, infatti, questo gas può arrivare ad essere un vero pericolo per la salute dell’uomo. Ecco perché ogni volta che costruisce, l’impresa deve tenere conto della sua presenza e realizzare apposite protezioni che ne impediscono la risalita negli ambienti domestici o lavorativi. Anche già in presenza di Gas Radon, occorre intervenire seriamente andando ad agire sulle fondamenta della costruzione.

Gas Radon, cos’è e perché si può trovare nelle costruzioni

Il Gas Radon è un gas nobile che deriva dal decadimento dell’uranio e che ancora oggi si può trovare in quantità variabile nel suolo terrestre, oltre che nelle rocce e in alcuni materiali da costruzione come alcuni graniti, tufo, pozzolana.

Anche in alte concentrazioni, il Radon conserva alcune peculiari caratteristiche che non gli permettono di essere identificato sin da subito. Si tratta, infatti, di un gas invisibile, inodore ed inerte e quindi non soggetto a combustioni ed esplosioni improvvise. Inoltre, è una sostanza difficile da identificare all’odore e al gusto e, dopo 4 giorni circa, decade dimezzandosi in prodotti radioattivi.

Insomma, si capisce subito che si tratta di una sostanza estremamente dannosa che purtroppo può essere inalata come gas oppure sotto forma di sottilissime particelle che si trovano in sospensione nell’atmosfera.

Questo gas radioattivo ancora poco conosciuto è stato, inoltre, da tempo classificato nel gruppo 1 delle sostanze cancerogene per l’uomo dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e, proprio per le sue caratteristiche, può avere un forte impatto anche sulla salute.

Si tratta di una sostanza che riesce a propagarsi nelle abitazioni e nelle strutture aziendali, passando direttamente dal terreno alle fondamenta, disperdendosi poi rapidamente nell’aria. Fortunatamente il Radon viene quasi totalmente espirato prima che decada, limitandone in parte i danni, anche se una piccola quantità rimane all’interno del corpo, depositandosi sulle pareti dei polmoni. Per questo si capisce che occorre fare attenzione a realizzare strutture che prevedono adeguate misure di sicurezza contro le esalazioni di questa sostanza.

Noi di Milano Asfalti siamo specializzati anche in questa lavorazione e possiamo prevedere una protezione speciale che può impedire l’accesso di questo gas dannoso nella fase di realizzazione della struttura.

Come proteggere un edificio dal Gas Radon

Se il Radon, come abbiamo visto, proviene specialmente dal sottosuolo allora occorre agire su questa zona. Le tecniche di riduzione che una buona impresa che opera in questo campo deve adottare partono proprio dalla creazione di una protezione delle fondamenta dell’edificio. Oggi, fortunatamente, esistono delle membrane bituminose multifunzionali che riescono a resistere totalmente (o parzialmente) sia al Gas Radon che all’acqua.

Si tratta di prodotti speciali che riescono a creare una sorta di barriera che è in grado, in un’unica soluzione, di proteggere i muri, le fondamenta e i piani interrati sia dal Gas Radon che proviene dal sottosuolo che dall’umidità di risalita.

Una soluzione importante che prevede lavori sostanziosi e di elevata qualità che vanno realizzati con la giusta cura e con la giusta esperienza. Contattaci per richiedere un preventivo, possiamo risolvere questo importante problema.

WhatsApp chat