Per i nostri sistemi impermeabili utilizziamo sia membrane bituminose (90% del mercato) che manti sintetici (10% del mercato). Questi ultimi sono un’interessante novità nel settore delle impermeabilizzazioni. Si sono rivelati una soluzione innovativa di qualità ottima, pari se non maggiore alle membrane bituminose classiche ma meno diffuse poiché richiedono speciali competenze dei tecnici posatori e macchinari particolari. Tuttavia questi materiali sono di qualità indubbiamente alta e siamo contenti di poter affermare che siamo una delle poche aziende che le applicano.

Il PVC arriva ad una flessibilità a freddo di -25 gradi mentre il TPO arriva a -40 gradi. Questo dato, ovvero il limite di resistenza a bassa temperatura, è un indicatore fondamentale nel settore delle impermeabilizzazioni.

Il principale vantaggio dei manti sintetici è che l’unione tra i teli viene effettuato per termofusione con speciali strumenti ad aria calda. Questo processo crea una fusione molecolare e di conseguenza il sormonto tra i due teli diventa il loro punto di forza, garantendo così la tenuta del sistema impermeabile. Per questo motivo i manti sintetici vengono effettuati in monostrato, mentre i bituminosi in doppio strato appunto perché le giunte tra i sormonti di una membrana e l’altra sono il punto più debole.

Vantaggi dei manti sintetici:

• vantaggioso nel caso di rifacimenti

• elevata resistenza meccanica

• posa a secco con fissaggio meccanico

• elevata durabilità del sistema

• sovrapposizioni saldate per termofusione (garanzia di tenuta)

• sistemi facilmente riparabili e manutenzionabili

• in coperture a vista i manti sintetici in colorazione bianca hanno un’altissima riflettanza

Differenze tra membrane bituminose e sintetiche

Tra i sistemi bituminosi e sintetici non ce n’è uno preferibile, in quanto possono essere alternati nei vari campi di impiego. 

Il sintetico viene sempre utilizzato in opere prefabbricate che nel loro ciclo di vita affrontano diverse sollecitazioni, che in caso di sistema bituminoso porterebbero probabilmente alla rottura. I sintetici, invece, avendo resistenza meccanica ed elasticità elevate resistono ad eventuali sollecitazioni.

I manti sintetici vengono inoltre preferiti per le impermeabilizzazioni continue di fondazioni in falda, poiché con essi è possibile creare sistemi gestibili e collaudabili in grado di poter intervenire in caso di infiltrazioni future. Nei casi in cui ci sia l’esigenza di creare impermeabilizzazioni di green roof o giardini con la presenza di alberi o piante con radici forti è preferibile utilizzare il sintetico poiché ha un elevatissima resistenza alle radici.

Tra i manti sintetici il TPO ha una qualità maggiore del PVC per varie caratteristiche; una in particolare molto importante è che i manti sintetici in TPO sono completamente atossici in quanto non contengono alcun plastificante, al contrario del pvc.

Green roof e Cool roof

Per quanto riguarda Green roof e Cool roof, i pacchetti sono molto simili, a cambiare è lo strato impermeabile. Le tecniche e la composizione sono però sempre le stesse. Se l’impermeabilizzazione del tetto prevede un sistema di coibentazione, è importante sottolineare come la giusta progettazione e la scelta dei materiali siano di estrema importanza. Questo perché le caratteristiche di ogni materiale e la loro sequenza di posa determinano il perfetto funzionamento del sistema coibente.

È molto importante far in modo che il sistema progettato abbia le caratteristiche necessarie per evitare la formazione di condense all’interno dell isolante, che potrebbero causare muffe e eccesso di umidità. Ciò è possibile facendo in modo che il vapore proveniente dal piano sottostante venga smaltito in modo corretto. Perciò, gli strati inferiori devono avere una permeabilità al vapore inferiore agli strati superiori per far in modo che quest’ultimi abbiamo il tempo necessario per smaltire il vapore che attraversa lo strato coibente. Un ancoraggio sbagliato dei pannelli al supporto ed un’errata direzione di posa potrebbero compromettere la durata del sistema impermeabile poiché i pannelli subiscono variazioni dimensionali cicliche che possono creare linee di tensione sulle membrane bituminose.

Milano Asfalti rappresenta la soluzione ideale per chi è alla ricerca di impermeabilizzazioni durevoli e di qualità. Con la sua esperienza trentennale e il continuo aggiornamento sulle tecniche è punto di riferimento per le impermeabilizzazioni industriali e residenziali nell'area di Milano e non solo.

WhatsApp chat